Libri

Libri

  • Pensées de Montaigne, propres a former l’esprit et les moeurs.

    Pensées de Montaigne, propres a former l’esprit et les moeurs.

    id: 5676 Autore: Montaigne Michel de, Prezzo: 300.00 Editore: Chez Annisson, Anno di pubblicazione: 1700 Luogo di pubblicazione: A Paris, Descrizione: In 8° (15,7×8,7 cm); (2 b.), (10), 333, (3), pp. Bella legatura coeva in piena pelle con dorso a 5 nervi. Titolo e ricchissimi fregi in oro ai tasselli. Lieve difetto alla cerniera del piatto anteriore. Zigrinatura in oro anche ai tagli dei piatti. Tagli spruzzati in rosso. Fregio xilografico al frontespizio. Qualche carta con leggerissima ed uniforme brunitura, ininfluente e nel complesso esemplare in buone-ottime condizioni di conservazione. Prima non comune edizione di questa raccolta di scritt del grande filosofo e politico francese, Michel Eyquem de Montaigne (Bordeaux, 28 febbraio 1533 – Saint-Michel-de-Montaigne, 13 settembre 1592). L’opera ebbe un notevole successo e tre edizioni nel giro di tre anni. Rara opera in bella legatura coeva. Read more…

  • Storia di Russia tratta da croniche originali, da monumenti autentici e da più illustri storici della nazione. Opera tradotta dall’original francese di m. Levesque. Tomo I – VI

    Storia di Russia tratta da croniche originali, da monumenti autentici e da più illustri storici della nazione. Opera tradotta dall’original francese di m. Levesque. Tomo I – VI

    id: 5686 Autore: Levesque Pierre Charles 1736-1812 Prezzo: 600.00 Editore: presso Domenico Costantini, Anno di pubblicazione: 1784 Luogo di pubblicazione: Venezia, Descrizione: In (20,2×13,5 cm); 6 tomi: 369, (3) pp., 319, (1) pp., 372 pp., 370, (2) pp., 296 [i. e. 304], 366, (2) pp. Legature coeve editoriali in cartoncino editoriale molle, titolo manoscritto da mano coeva al dorso. Un leggerissimo alone al margine basso bianco delle ultime 7 carte del primo volume, ininfluente e nel complesso esemplare in ottime condizioni di conservazione ad ampi margini ed ancora in barbe. Alla prima carta bianca del primo volume antica nota di possesso privata datata 1800 “Di me Niccolé Co: Batti:ala del Co: Niccolè” Prima assai rara edizione italiana, ancor più rara a trovarsi completa di tutti i volumi ed in queste ottime condizioni di conservazione, di una delle più celebri storia della Russia scritte nel settecento. La prima edizione accoluta uscì in Francia nel 1782. Pierre-Charles Levesque (1736-1812) compilò l’opera in numerosi anni basandosi su un imponente apparato documentale rintracciato negli archivi pietroburghesi dove risedette per più di 7 anni chiamato da Caterina II su segnalazione diretta di Diderot per tenere una cattedra Universitaria prima e nella Scuola Cadetti poi. L’opera ebbe subito grande successo ed ebbe grande importanza per far conoscere alle corti dell’Europa occidentale la realtà russa ed il grande potenziale del paese. Ancora oggi questa storia è considerata di grande valore ed attendibilità tanto da venir ancora ristampata. Proprio sulla scorta degli insegnamenti di Diderot e degli enciclopedisti Levesque non si accontenta di citare una fonte ma ne analizza l’attendibilità rintracciando ogni volta la fonte primaria. Opera rarissima. Read more…

  • Otto giorni a Venezia opera di Antonio Quadri Imp. R. Segretario del Cesareo Regio Governo e socio corrispondente del veneto ateneo, Seconda Edizione Italiana ampliata e riveduta dall’autore. Completo della brossura editoriale.

    Otto giorni a Venezia opera di Antonio Quadri Imp. R. Segretario del Cesareo Regio Governo e socio corrispondente del veneto ateneo, Seconda Edizione Italiana ampliata e riveduta dall’autore. Completo della brossura editoriale.

    id: 5660 Autore: Quadri Antonio, Prezzo: 300.00 Editore: Presso il Tipografo Giuseppe Molinari, Anno di pubblicazione: 1824 Luogo di pubblicazione: Venezia, Descrizione: In 8° piccolo (16×10 cm); XXXVII, (3), 360, (2) pp., due carte geografiche più volte ripiegate e 16 c. di tav. fuori testo. Brossura editoriale applicata per rinforzo su cartoncino rigido e protetta da velina. Qualche macchiolina di foxing, ininfluente e nel complesso esemplare in ottime condizioni di conservazione. Seconda rara edizione, rara quanto la prima, un solo esemplare censito in ICCU, di questa seconda edizione di una delle più celebri guide di Venezia dell’ottocento. Rispetto alla prima edizione del 1821 questa seconda edizione presenta un numero notevole di tavole in più. Esemplare ancor più raro per la presenza della brossura originale e per le ottime condizioni di conservazione. L’opera si sviluppa come una guida per visitare la Serenissima in otto giorni con indicato in ogni giorno un certo numero di monumenti da visitare con una descrizione delle cose da osservarsi. Il volume si inserisce all’interno della produzione di guide legate all’usanza del Grand Tour. Quadri fu una delle personalità più influenti del panorama veneto del suotempo. intendente di finanza a Vicenza, viceprefetto a Bassano, consigliere imperiale a Venezia (1841) fu studioso di belle arti e di storia. Socio dell’Ateneo Veneto, dell’Accademia delle scienze di Torino e di Padova nacque a Vicenza nel 1776 e morì a Venezia nel 1849. Esemplare in ottime condizioni di conservazione. Bibl.: Lozzi, 6094. Fossati – Bellani, 2295. Read more…

  • Rerum Venetarum ab urbe condita ad annum MDLXXV historia. Petri Iustiniani, patritii Veneti, Aloy. F. senatorii ordinis viri ampliss. Nunc ab eodem denuo revisa, & rerum memorabilium additione exornata. Cum indice locupletissimo. Cum Privilegio. Comp

    Rerum Venetarum ab urbe condita ad annum MDLXXV historia. Petri Iustiniani, patritii Veneti, Aloy. F. senatorii ordinis viri ampliss. Nunc ab eodem denuo revisa, & rerum memorabilium additione exornata. Cum indice locupletissimo. Cum Privilegio. Comp

    id: 5685 Autore: Giustiniani Pietro, Prezzo: 700.00 Editore: apud Ludouicum Auantium, Anno di pubblicazione: 1576 Luogo di pubblicazione: Venetiis, Descrizione: In folio piccolo (31,1×21 cm); (88), 468 [i. e. 458 omesse nella numerazione le p.356-365], (2) pp. Legatura del novecento in mezza pergamena con titolo manoscritto al dorso e piatti foderati con carta marmorizzata. Due piccoli antichi rinforzi al margine esterno bianco alto delle prime due carte. Un leggerissimo alone al margine esterno alto 50 carte, ininfluente. Altro piccolissimo rinforzo al margine esterno basso dell’ultima carta che contiene solo la marca tipografica, anche questo ininfluente. Altro leggerissimo alone al margine esterno di una settantina di carte, sempre leggerissimo ed ininfluente. All’interno, a parte i leggeri difetti sopra descritti, esemplare in buone-ottime condizioni di conservazione. Al frontespizio marca tipografica con albero di olivo con nastro intorno al tronco e motto “Pax alit artes”. Iniziali ornate. Seconda edizione rara, ma prima edizione ampliata con numerose parti aggiunte, di una delle più celebri storie veneziane del cinquecento. La prima edizione uscì nel 1560 edita da Comin da Trino ed ebbe un grande successo. Questo indusse l’autore a pubblicare una nuova edizione ampliandola di tre libri e di alcune passi epurati dall’edizione del 1560 per precauzione come ad esempio i passi relativi alla congiunzione astrologica al momento della nascita di Venezia o la descrizione della scomunica di scagliata contro Venezia, il 27 Marzo 1309, da Clemente V. Esistono esemplari con la data 1575 ed altri con la variante 1576 (si veda ITICCUUBOE03433) ma rappresentano la stessa edizione differente da quella che venne poi edita effettivamente nel 1576 in lingua italiana). Questa edizione viene infatti sempre preferita alla prima in quanto ritenuta più completa e conforme alle volontà dell’autore. Giustiniani (n. Venezia 1490 circa – m. 1576) ricoprì diverse cariche importanti all’interno dell’amministrazione veneziana. Fin dal 1515 entrò nel Maggior Consiglio e dopo un’importante carriera politica arrivò ad ottenere la carica di Senatore. Opera assai rara. Read more…

  • Les mille et une nuit, contes arabes, traduits en francois par M. Galland, nouvelle edition revue & corrigee. Tome I – VIII. Completo.

    Les mille et une nuit, contes arabes, traduits en francois par M. Galland, nouvelle edition revue & corrigee. Tome I – VIII. Completo.

    id: 5682 Autore: Galland Antoine traduttore, Prezzo: 500.00 Editore: Chez C. F. J. Lehoucq, Anno di pubblicazione: 1781 Luogo di pubblicazione: A Lille, Descrizione: In 8° (16×9,6 cm); 8 tomi: XII, 310 pp., 288 pp., 295, (1) pp., 283, (1) pp., 300 pp., 309, (1) pp., 307, (1) pp.291, (1) pp. Belle ligature coeve in piena pelle maculata con titolo, numero del volume e ricchissimi fregi in oro al dorso. Qualche lieve difetto e strofinatura. Tagli rossi. Filetto in oro ai tagli del volume. Fascetta segnalibro in raso verde. Piatti interni foderati con bellissima carta marmorizzata. Edizione particolarmente apprezzata per le numerose correzioni rispetto alle precedenti di quella che fu la prima traduzione in lingua occidentale delle “Mille e una Notte” elaborata dal celebre archeologo ed orientalista, Antoine Galland (Rollot, 4 aprile 1646 – Parigi, 17 febbraio 1715). “È ricordato principalmente per aver tradotto (con aggiunte e adattamenti personali) agli inizi del Settecento nella sua lingua madre la celeberrima raccolta di novelle orientali Le mille e una notte per farne dono alla marchesa d’O (dama di palazzo della duchessa di Borgogna), contribuendo così alla sua divulgazione in Francia e più in generale nel mondo occidentale. … “Nel 1701, giunge in possesso di una raccolta di racconti del Libano per la maggior parte di origine persiana, tradotti in arabo alla fine del VII secolo, e ne intraprende la traduzione. A questo nucleo di racconti ne aggiungerà altri provenienti da fonti diverse, come Sinbad il marinaio, e ne redigerà altri come Alì Babà e i quaranta ladroni.cI racconti delle Mille e una notte provengono dunque essenzialmente da tre fonti principali:, una di origine indo-persiana a colorazione ellenistica, situabile tra il III secolo e il VII secolo, un’altra di origine araba, datante il periodo del califfato di Bagdad ed infine una fonte popolare egiziana più recente, risalente al XII secolo. Queste fonti avevano continuato a modificarsi e trasformarsi, in particolare nel periodo fatimide, per continue aggiunte o soppressioni, fino al XIV secolo, ma non erano mai entrate a far parte ufficialmente della letteratura araba. Diverse aggiunte di Galland possono essere state suggerite da Hanna Diab, un cristiano maronita originario di Aleppo che il viaggiatore Paul Lucas presentò a Galland, il 25 marzo 1709. Hanna Diab raccontò all’erudito francese quattordici storie, probabilmente confluite poi ne Les Mille et Une Nuits. Read more…

  • Le Philosophe amoureaux, ou les Memoires du Comte de Mommejan; Par Mr. Le Marquis d’Argens.

    Le Philosophe amoureaux, ou les Memoires du Comte de Mommejan; Par Mr. Le Marquis d’Argens.

    id: 5654 Autore: ARGENS (Jean-Baptiste de Boyer, marquis d’), Prezzo: 400.00 Editore: Chez Adrien Moetjens, Anno di pubblicazione: 1737 Luogo di pubblicazione: A La Haye, Descrizione: In 12° (13,5×7,5 cm); (8), 268 pp. Bella legatura coeva in piena pergamena con titolo in oro su fascetta rossa in pelle al dorso. Piatti interni foderati da bella carta marmorizzata coeva. Testatine, finalini ed iniziali ornati. Piccolo difetto della carta a pagina 245, pre stampa, che ha creato un piccolo strappetto senza perdita di carta abulmenteed anticamente restaurato al margine esterno bianco. Alcune pagine leggermente ed uniformemente brunite come tipico della carta utilizzata a La Haye. Tagli marmorizzati. Frontespizio in rosso e nero. Fregio figurato in fine: due putti reggono un festone, al centro un cuore fiammeggiante. Esemplare nel complesso in ottime condizioni di conservazione. Antica firma di proprietà privata settecentesca alla prima carta bianca del celebre senatore e bibliofilo veneziano Giacomo Soranzo (1686-1761) che raccolse una delle più grandi collezioni settecentesche di volumi composta da quattromila manoscritti e ventimila opere a stampa poi venduta in un celebre catalogo stampato nel 1780. Prima assai rara edizione, due soli esemplari censiti in ICCU, di questo celebre scritto galante, uscito tradotto in italiano nel 1764 con il titolo “Il filosofo innamorato ovvero le memorie del conte di Mommejan” opera del grande scrittore, filosofo ed avventuriero francese Jean-Baptiste de Boyer, marchese d’ Argens (Aix-en-Provence, 24 giugno 1704 – Castello di La Garde, 11 gennaio 1771). “Figlio di un procuratore generale, seguì la carriera d’armi (entrò nell’esercito a 15 anni) e condusse una giovinezza molto avventurosa e licenziosa, per via della quale venne diseredato dal padre. Ferito davanti a Philipsburg nel 1734, lasciò il servizio militare e si ritirò ad Amsterdam nei Paesi Bassi, al fine di potervi scrivere liberamente i propri pamphlet. Qui scrisse alcune compilazioni storiche e cominciò le sue famose Lettres juives (The Hague, 6 volumi, 1738-1742), Lettres chinoises (The Hague, 6 volumi, 1739-1472), e le Lettres cabalistiques (2ª ed., 7 volumi, 1769); scrisse inoltre le Mémoires secrets de la république des lettres (7 volumi, 1743-1748), in seguito rivedute e accresciute come Histoire de l’esprit humain (Berlino, 14 volumi, 1765-1768). Attirò l’attenzione di Federico II, re di Prussia, con i suoi attacchi contro il Cristianesimo: il sovrano lo chiamò alla sua corte a Potsdam, lo rese suo ciambellano con 6.000 franchi di trattamento e lo nominò direttore generale dell’Accademia. Read more…

  • Poesie del Magnifico Lorenzo de’ Medici, In questa edizione nei luoghi mancanti e scorretti compiute, e alla vera lezione ridotte. Si aggiungono le Stanze in lode della Nencia, i Beoni, Le Rime Spirituali, e altre Poesie inedite con alcune Memorie attinenti alla sua Vita.Unito a: Rime sacre del Magnifico Lorenzo de’ Medici il Vecchio di Madonna Lucrezia sua Madre e d’altri della stessa famiglia; raccolte e d’Osservazioni corredate per Francesco Cionacci. Edizione seconda.

    Poesie del Magnifico Lorenzo de’ Medici, In questa edizione nei luoghi mancanti e scorretti compiute, e alla vera lezione ridotte. Si aggiungono le Stanze in lode della Nencia, i Beoni, Le Rime Spirituali, e altre Poesie inedite con alcune Memorie attinenti alla sua Vita.Unito a: Rime sacre del Magnifico Lorenzo de’ Medici il Vecchio di Madonna Lucrezia sua Madre e d’altri della stessa famiglia; raccolte e d’Osservazioni corredate per Francesco Cionacci. Edizione seconda.

    id: 5681 Autore: Lorenzo de’ Medici, Prezzo: 180.00 Editore: Appresso Pietro Lancellotti, 1763 – 1760 Anno di pubblicazione: 1763 Luogo di pubblicazione: Bergamo, Descrizione: In 4° (22×14,8 cm); due parti in un volume: XLVIII, 232 pp. e XXVIII, 84pp. (2 pagine con numerazione 233 e colophon dell’opera). Seconda opera con frontespizio proprio. Bella legatura di fine ottocento in mezza pelle rossa con titolo in oro al dorso e filetti con fregi a secco. Piatti in tela verde. Antico ex-libris di libreria antiquaria applicato al recto del piatto anteriore. Esemplare in barbe. Qualche pagina uniformemente brunita in modo leggerissimo a causa della qualità della carta utilizzata ma nel complesso esemplare in buone-ottime condizioni di conservazione. Pegaso alato al frontespizio come tipico delle pubblicazioni di Lancellotti e marca tipografica al fine del volume con albero e motto “Miraturq. Novas Frondes er Non Sua Poma”. Bell’edizione particolarmente apprezzata per la correttezza filologica di questi scritti di Lorenzo di Piero de’ Medici, detto Lorenzo il Magnifico (Firenze, 1º gennaio 1449 – Careggi, 8 aprile 1492) grande politico, scrittore, poeta mecenate, Membro dell’Accademia neoplatonica e umanista italiano, signore di Firenze dal 1469 alla morte, fra le figure più importanti del rinascimento italiano. Il volume contiene oltre a vari scritti di Lorenzo e di altri membri della sua famiglia, anche notizie relative alla vita di Lorenzo. Opera in edizione non comune. Read more…

  • Della Istoria Viniziana di M. Pietro Bembo Cardinale da lui Volgarizzata Libri Dodici ora per la Prima Volta Secondo l’Originale pubblicati. Tomo Primo – Secondo. (Esemplare stampato su Carta Turchina).

    Della Istoria Viniziana di M. Pietro Bembo Cardinale da lui Volgarizzata Libri Dodici ora per la Prima Volta Secondo l’Originale pubblicati. Tomo Primo – Secondo. (Esemplare stampato su Carta Turchina).

    id: 5688 Autore: Bembo Pietro, Bartolozzi Francesco Prezzo: 1000.00 Editore: Per Antonio Zatta, Anno di pubblicazione: 1790 Luogo di pubblicazione: In Vinegia, Descrizione: In 4° grande (30×23,2 cm); due tomi: I vol. XLIII, (1), 309 [i. e. 317], (3) pp. e una c. di tav. in antiporta con ritratto di Bembo inciso dal grande Francesco Bartolozzi su disegno di Tiziano, II vol. 356 pp. Belle legature coeve in mezza pelle spruzzata con titolo, numero del volume e fregi in oro al dorso. Piatti foderati con carta marmorizzata coeva. Esemplare con ampi margini, ancora in barbe ed in ottime condizioni di conservazione. Uno dei rari esemplari stampato su carta turchina di altissima qualità. Due ex-libris privati applicati all’interno del piatto anteriore dei Fratelli Salimbeni il primo ed il secondo con Pegaso e motto “nec adversa retorquent.”. Prima edizione assai rara nella prima versione completa stampata dal grande stampatore veneziano Antonio Zatta di uno dei capolavori del grande umanista veneziano, Pietro Bembo (Venezia, 20 maggio 1470 – Roma, 18 gennaio 1547). Bembo lavorò alla Historia veneta dal 1487 al 1513 ma venne pubblicata postuma per la prima volta solo nel 1551. Il roblema è che questa edizione postuma non si riferì completamente ai manoscritti del Bembo ma li elaborò ed in parte epurò di alcune parti. Mentre il manoscritto originale era conservato presso la Biblioteca Marciana le edizioni susseguenti a quella del 1551 (compresa la traduzione italiana) continuarono a basarsi sulla prima edizione. Solo nel settecento Zatta decise di pubblicare l’opera nella sua forma integrale seppur volgarizzata, tanto che questa edizione è preferita a tutte le precedenti per la sua completezza e correttezza filologica. Cfr. Morazzoni, p. 215 – Cicogna,570: “la storia del Bembo… ha bellezza di lingua e di stile.” – Gamba,131: “In questa moderna, nobile ed accuratissima ristampa (la I ediz. è del 1552), dovuta all’ab. Iacopo Morelli, il testo è ridotto per la prima volta alla sua integrità sopra un manoscritto di pugno del Bembo che serbasi nella Marciana. Eruditissima è la Prefazione dell’editore, a cui piacque nel dettato imitare lo stile del Cardinale”. Read more…

  • Les Poésies de Guillaume Crétin.

    Les Poésies de Guillaume Crétin.

    id: 5662 Autore: CRETIN (Guillaume DUBOIS, dit). Prezzo: 60.00 Editore: de l’Imprimerie d’Antoine-Urbain Coustelier, Anno di pubblicazione: 1723 Luogo di pubblicazione: A Paris, Descrizione: In 8° (16×9,3 cm); (2 b.), (2), VI, (5), (1), 271, (5), (2 b.) pp. Legatura coeva in piena pelle marmorizzata. Titolo e ricchi fregi in oro al dorso (qualche strofinatura e lievi difetti). Tagli rossi. Piatti interni foderati con carta marmorizzata coeva. Antico ex-libris applicato all’interno del piatto anteriore. Due antichi tombretti di biblioteca privata estinta alla prima carta bianca e alla seconda carta. Testatine, finalini ed iniziali ornati. All’interno esemplare in ottime condizioni di conservazione. Prima edizione collettiva delle poesie del celebre poeta e scrittore francese Guillaume Dubois, detto Cretin, nato intorno al 1460 e morto tra il 11 novembre e il 29 novembre 1525. E ‘stato tesoriere della Sainte-Chapelle de Vincennes e il cantore della Sainte-Chapelle di Parigi oltre al cappellano ordinario del re Francesco. L’autore ispirò a Rabelais il suo celebre personaggio Raminagrobis. Era lui a cantare la Royal (1527) e fu grandemente lodato dai suoi contemporanei. Riconosciuto come un maestro, in particolare da Jean Lemaire de Belges e Clément Marot, tutte le sue opere poetiche sono di circostanza. Si tratta di uno dei più grandi virtuosi del rima “équivoquée”. La sua raccolta di poesia è segnalata da Thiebaud nella sua bibliografia delle opere relative alla caccia per il celebre scritto “Debat entre deux dames sur le passe-tempsdes Chiens & Oyseaulx” tra pagina 72 e 109. Esemplare in buone-ottime condizioni di conservazione ed in bella legatura coeva. Bibl.: Brunet, Manuel du libraire et de l’amateur de livres, 422 – Quérard II, La France littéraire, p. 336 – Thiébaud, Bibliographie des ouvrages relatifs à la chasse, p. 236. Read more…

  • Historia della Republica Veneta di Michele Foscarini Senatore,

    Historia della Republica Veneta di Michele Foscarini Senatore,

    id: 5684 Autore: Foscarini Michele, Prezzo: 520.00 Editore: Per Combi & La Noù, Anno di pubblicazione: 1696 Luogo di pubblicazione: In Venetia, Descrizione: In 4° grande (26×18 cm); (8), 484, (28) pp. Bella legatura coeva in piena pergamena rigida coeva. Titolo in oro al dorso su fascetta su pelle rossa. Tagli spruzzati in rosso. Grande ritratto a piena pagina di Foscarini all’ultima carta non numerata. Curatissima veste grafica. Marca xilografica al frontespizio (che riprende il frontespizio dell’Historia del Nani). Testatine, finalini ed iniziali ornate. Antico timbretto di proprietà privata alla prima carta bianca. Qualche lieve ed ininfluente macchiolina al frontespizio e nel complesso ottimo esemplare. Prima edizione di questa celebre storia veneziana, continuazione della storia di Giovan Battista Nani, scritta dal noto storico e politico veneziano Michele Foscarini nato nella parrocchia di S. Sofia a Cannaregio, il 24 marzo 1632, primogenito di Lorenzo di Giovanni e di Margherita Priuli. Appassionato di letteratura inziò fin da adolescente a frequentare l’Accademia degli Incogniti. Foscarini ebbe una sfolgorante carriera politica. Nei tribolati anni della guerra di Morea, Foscarini seppe muoversi con grande abilità, fino ad arrivare a ricoprire, seppur di umili origini, nel 1676 la carica di Savio del Consiglio e poi numerosi cariche basilari del Governo della Serenissima. Conosciamo la figura ed il pensiero di Foscarini proprio grazie all’Historia dove l’autore si riferisce a se stesso in terza persona e riporta numerosi discorsi tenuti presso il Consiglio dei Savi che danno l’idea di quanto l’autore sia stato un politico attento e moderato e particolarmente propenso a tenere Venezia fuori dai conflitti che imperversavano in oriente ed occidente. Fu anche fra i sostenitori dell’astensione di Venezia dall’accettare l’invito di Sobieski di difendere comunemente Vienna dall’assedio Ottomano. “La Historia della Repubblica veneta del F. si estende in sette libri, dal 1669 al 1690, e fu pubblicata una prima volta nel 1696 per cura del fratello Sebastiano, dal momento che l’autore era scomparso senza aver potuto rifinire adeguatamente l’opera, che peraltro sarebbe stata inserita comunque nella raccolta dei pubblici storiografi veneziani. In questa sede essa apparve insieme con una biografia del F. curata da Pier Caterino Zeno, che della Historia fornì anche un equilibrato giudizio. Read more…